Raccolta fondi: la donazione ai bambini cardiopatici, per un ospedale più colorato

Pontex Spa partecipa alla campagna di crowdfunding “ColoriAMO l’Ospedale: la bellezza è cura”, lanciata dall’associazione bolognese Piccoli Grandi Cuori per creare un ospedale più colorato e accogliente


Uno degli spazi colorati del Reparto di Cardiologia e Cardiochirurgia pediatrica del Policlinico di Sant’Orsola a Bologna

Colore, percezione visiva, disegni ed elementi che traggono ispirazione dalla natura che ci circonda sono elementi importanti nella moda, quando ci si mette al lavoro per creare una nuova Collezione. Ci piace pensare che la bellezza dei colori e dei disegni sia in grado di “riempire” letteralmente gli occhi di tutte le persone che, grandi o piccole, si trovano a dover frequentare assiduamente gli spazi di un Ospedale.
Spazi belli, variopinti e accoglienti, così come gli abiti e i tessuti, sono in grado di creare quel “vestito” confortevole che così, anche per i pazienti di un Ospedale, può dare vita ad una sensazione di “familiarità” che ci fa stare meglio.

A Bologna, vicino alla nostra città, esiste un’associazione che abbiamo conosciuto così con quel passaparola utile che ti fa scoprire così belle: si chiama Piccoli Grandi Cuori, ed esiste da quasi 25 anni per prendersi cura di tutti i bambini cardiopatici.

Un bambino su cento, in Italia nasce con una cardiopatia congenita. Alcune di queste sono complesse, e incompatibili con la vita. 

A Bologna, ogni anno, oltre 1.000 neonati, bambine e bambini, ragazze e ragazzi cardiopatici vengono curati presso le Unità Operative di Cardiologia e Cardiochirurgia Pediatrica e dell’Età evolutiva del Policlinico di Sant’Orsola (CCHPED), centro di eccellenza unico in Italia e in Europa all’interno del quale è presente l’associazione Piccoli Grandi Cuori.


Pontex sostiene l’associazione Piccoli Grandi Cuori

Le iniziative che questa associazione sono tantissime e Pontex nel suo piccolo cerca di sostenerle: di recente Piccoli Grandi Cuori ha lanciato una campagna di raccolta fondi dal titolo “ColoriAMO l’Ospedale: la bellezza è cura“, con l’obiettivo di rendere l’ambiente ospedaliero un luogo più umano e rassicurante, di portare la bellezza nei luoghi di cura per ridurre la percezione di medicalizzazione dei piccoli pazienti che diventeranno adulti e che sono costretti a vivere con assiduità gli spazi dell’ospedale insieme alle proprie famiglie e ad affrontare percorsi fisici e psichici legati alla malattia e all’ambiente estraneo.

“Credo nel lavoro svolto dall’associazione, da mamma ritengo sia fondamentale non dimenticare che queste situazioni possono verificarsi in tutte le nostre famiglie. Donare significa anche sensibilizzare”.

Letizia Ferretti, ad Pontex

La realizzazione di questo progetto consentirà all’associazione di ultimare il ‘“Progetto Pareti”: un intervento di decorazione narrativa di 380 metri quadrati di stanze, corridoi e ingressi del Padiglione 23 dell’Ospedale che accoglie i cardiopatici congeniti.
Con la cifra raccolta saranno quindi colorati e decorati gli ambulatori del reparto e parte della sala di attesa, riferita allo spazio giochi e libreria per i bimbi, per ultimare questa bellissima storia narrante dove la natura è protagonista attraverso un messaggio fortemente ecologico che si associa ai riferimenti del mondo contadino che caratterizza la terra emiliana, abbracciando così, in maniera universale e trasversale, tutti i popoli. 

Pontex in particolare, ha scelto di sostenere la decorazione di due ambulatori e dell'”Albero del Donatore” che si trova nella parete all’entrata del Reparto di Cardiologia e Cardiochirurgia Pediatrica delI’IRCCS Policlinico di Sant’Orsola a Bologna, centro di eccellenza unico in Italia e in Europa.

Siamo felici e onorati di poter contribuire alla realizzazione di un progetto così bello, che si prende cura delle persone e che pone attenzione alla qualità della vita del paziente, dei suoi familiari, degli utenti esterni e del personale ospedaliero.

Letizia Ferretti, AD Pontex, ha scelto di donare per il progetto ColoriAMO l’Ospedale




News & Fiere

Milano Unica 9/11 luglio 2024 – Pad. 2, stand J25

Pontex partecipa per la prima volta a Milano Unica, la fiera di riferimento dei tessuti e degli accessori di alta gamma per l’abbigliamento Donna e Uomo, in calendario il 9, 10 e 11 luglio 2024 nei padiglioni di Rho Fiera, Milano. Padiglione 2  - stand J25 Vi aspettiamo! navigate_next

A Fabric Affair New York- 17/18 luglio 2024 – stand Pontex, piano 10

Saremo presenti alla Fiera A Fabric Affair a New York City il 17 e 18 luglio 2024. Potrete scoprire la nuova Collezione Autunno Inverno 25/26 presso lo stand Pontex, al piano numero 10. Ci auguriamo di incontrarvi in quell’occasione e vi invitiamo a contattarci scrivendo una e mail a info@pontexspa.it per ulteriori informazioni sui nostri prodotti. navigate_next

Capi eco friendly con tessuti, tinture e finissaggi naturali: la strategia per essere sempre più amici del pianeta 

E’ una moda circolare la moda che spreca meno risorse e predilige capi che durano nel tempo, realizzati con tessuti a base di fibre rinnovabili e scarti di produzione quasi azzerati. La strategia per un futuro sostenibile e resiliente anche nella moda combina l'utilizzo di fibre naturali e leggere come lino e cotone, a tinture e finissaggi naturali come le resine bio-based. Fibre naturali vegetali: il primo step per un capo ecologico   Pontex per la stagione Primavera Estate 2025 propone una capsule di tessuti realizzati con fibre naturali vegetali come Lino, Cotone e Tencel, per capi di abbigliamento 100% eco friendly. art. 02106/P05 ROWENA PXT 100% LINO altezza 145/148 peso 145m2 220mtl «Mai sono stati prodotti così tanti abiti. E mai gli abiti non sono stati così poco indossati». — Circular Design for Fashion, edito dalla Fondazione Ellen MacArthur Il Lino uno dei tessuti più apprezzati per la stagione primaverile estiva grazie alla sua comodità e versatilità. Stilisti e creativi lo prediligono per i capi che puntano ad originalità e artigianalità, capi con i quali creare un legame emotivo e ai quali affezionarsi per averli sempre nel proprio guardaroba. Il Lino, poi, ha tantissime caratteristiche positive: è una fibra traspirante e termoregolatrice, ha un aspetto lucente e si presta molto bene alla tintura e ai finissaggi. È una fibra ecologicamente responsabile perché è tracciabile e biodegradabile.  Il Cotone è una fibra tessile naturale di origine vegetale: la più utilizzata nell'industria della moda. E’ assolutamente eco friendly perché al 100% biodegradabile, ecologico, riciclabile. Si tinge facilmente ed è morbido, molto resistente ma al tempo stesso traspirante e versatile, quindi adatto ad ogni stagione. Abbinando cotone e lino possiamo produrre tessuti sottili, freschi e leggeri. Nella foto:  art. 01618/P05 MICHELLE PXT 100% COTONE, altezza 147/150, peso 150m2 230 mtl La capsule Pontex di tessuti in cotone include anche cotoni riciclati con tinture a freddo dagli aspetti diversi e mai scontati, e anche cotone biologico e sostenibile con certificazione BCI e con certificazione GOTS. Nella foto: camicia realizzata in Lino, art. 02103/P05 100% Lino con tintura a freddo per un effetto del tutto naturale.  Anche la fibra di Tencel conquista sempre più spazio nell’industria della moda sostenibile, perché ecologica e amica dell’ambiente. E’ particolarmente elastica, resiste bene alle pieghe, è morbida e leggera e assorbe bene la tintura per cui acquista colori decisamente intensi e offre generose sfumature. Se mischiata ad altre fibre come Cotone e Lino, le performance di resistenza, vestibilità e sostenibilità del tessuto aumentano ancora di più.  Secondo step: tinture con pigmenti e colorazioni naturali La strategia eco di Pontex per un futuro sostenibile e resiliente punta all’utilizzo di fibre naturali e leggere come Lino, Cotone e Tencel, ma anche all’utilizzo di pigmenti naturali nelle operazioni di tintura utilizzando coloranti che sono considerati ecologici poiché ottenuti da risorse rinnovabili.Etiche, ma anche estetiche: le tinture con i colori naturali consentono di ottenere colorazioni bellissime, molto diverse da quelle ottenute con i coloranti di sintesi.  Nella foto un esempio di tessuto per abbigliamento in lino e cotone della Collezione Primavera Estate 2025 Pontex: art. 04002/R05 JOLLY PXT SALE PEPE DELAVE' 56% LINO 44% COTONE, altezza 144/147, peso 140m2 210mtl Terzo step: il finissaggio con resina bio-based  Il terzo step per ottenere un capo cento per cento eco friendly è quello di utilizzare finissaggi naturali, applicando ai tessuti naturali come lino e cotone le resine bio-based, ad esempio, che sono a basso impatto ambientale. Nella foto: campioni di tessuti resinati Pontex, con applicazione di resine bio-based completamente naturali. art. 02103/R04 GRAZIA NEW DELAVE' 100% LINO altezza 140/143 peso 145m2 220mtl E’ il caso delle resine che utilizzano come materia prima biomasse come mais e colza, in sostituzione dei derivati da fonti fossili come il petrolio. Queste resine possono essere applicate su ciascun tipo di tessuto, anche su tessuti tecnici peso piuma, leggeri e impalpabili.   Se vogliamo essere più amici del pianeta, dunque, e se vogliamo lottare per un futuro responsabile e sostenibile - in linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030 - il primo passo è quello di scegliere capi di abbigliamento unici che durano nel tempo, etici ma anche estetici, senza rinunciare per questo al comfort e all’eleganza.  Nelle foto pantaloni jogger della Collezione Pontex realizzati con fibre e tinture naturali: Cotone,Tencel, Lino. Nel dettaglio, articoli: 04202/P05 Alicia Pxt 55% Tencel 45% Lino - 01811/P05 Poppy Pxt 55% Tencel 45% Cotone - 01514/P49 Anemone Pxt Summer Peach 100% Cotone - 01812/P05 Hoya Pxt 71% Tencel 16% Lino 13% Cotone - 04205/P05 Lavander Pxt 55% Lino 45% Cotone. Se sei interessato ai nostri tessuti, finissaggi e tinture naturali e hai necessità di tessuti personalizzati al cento per cento, contattaci per ulteriori informazioni navigate_next